Cenni climatici e territoriali:

  • Il territorio è morfologicamente molto vario

    • 56% pianura​ clima è più continentale

    • 30% montuoso estati fresche e temperature rigide in inverno frequenti nevicate

    • 14% collinare clima mite

Principali vitigni bacca nera:

  • Corvina

  • Raboso

  • Cabernet Sauvignon

  • Cabernet Franc

  • Merlost

Principali vitigni bacca bianca:

  • Garganega

  • Glera

  • Moscato giallo

  • Tai (friulano)

  • Incrocio manzoni 6..13

  • Sauvignon blanc

Veneto Occidentale -->La Valpolicella:

  • I comuni sono: Negrar, Marano, Fumane, Sant'Ambrogio, San Pietro in Cariano

  • La base Ampelografica: Corvina, Corvinone, Rondienella (Molinara non più obbligatoria)

Amarone la produzione:

  • L'appassimento è fondamentale:si scelgono i grappoli più sani e spargoli (acini radi)

  • I grappoli sono distribuiti in un unico strato in ampie  cassette su unico strato poste poi nei fruttai

  • Appassimento dura 120 mesi

  • Dopo il 1° dicembre, ma generalmente a fine gennaio-inizi di febbraio, l'uva viene pigiata e la macerazione della buccia è lunga

Veneto Orientale --> I prosecco:

  • Perché le colline del Conegliano Valdobiadene DOCG  sono definite  "Un patrimonio per l'umanità"

  •  

    • Forte interazione tra l' uomo e l'ambiente particolarmente fragile  che ha consentito di preservare un paesaggio unico e particolarmente integro

    • Presenza ​di una civiltà e cultura ancora vitale legata all'anzianata dei vigneti

     

  • La base Ampeolgrafica: Glera, Verdiso, Perera e Bianchetta

  • E' prodotto in versione tranquillo, vivace e spumante

Il termine Ripasso: è una pratica plurisecolare.Francesco Quintarelli produttore ricorda: Sulle vinacce del passito (amaro o dolce) si sono sempre fatti "rebojir"i vini spillati in autunno con due o tre passate diverse, ottenendo il mèso recioto e altro. L'ultimo ripasso era di acqua per avere la "Graspia" l'acidulo e cenerognolo beveraggio di tutto l'inverno.

Il termine Amarone: per indicare il Recioto Amaro o il Recioto Secco nasce nella primavera del 1936 nella cantina sociale Valpolicella ad opera del capocantiere Adelio Lucchese, che grazie al fortunato ritrovamento di una botte di Recioto in cantina, spillandone il contenuto pare disse con entusiasmo:

"Questo non è un amaro, ma un Amarone"