Nel 1870 a Cazzano Tramigna, non molto distante da Soave, nasce Antonio Bennati. Per tutti diventa Poni Recioto, in onore dell’omonimo vino passito vanto della viticultura Veronere. In giovanissima età Antonio inizia a produrre vino e lo vende nei famosi fiaschetti rivestiti di paglia. Ma è nel 1920, appena finita la grande guerra, che prende forma la decisione di fondare insieme al figlio le cantine Bennati. L'arte enologica è un viaggio che racconta sensazioni uniche, che accompagna in
luoghi senza tempo, è il grande privilegio di creare emozioni...
E questo può farlo solo una grande squadra.

Uve: Corvina, Rondinella, Molinara

Zona di Produzione: Valpolicella Classica

Alcool: 13,00 % vol.

Zuccheri: g/l 4.5

Acidità totale: g/l 5.3

 In vigneto Tipo terreno: Colline composte da depositi calcarei, superfici ricche di scheletro e calcare. Densità d'impianto: 4000 piante / ha

Resa per ettaro: Mediamente 100 q / ha

 Sistema di allevamento: Prevalentemente pergola Veronese/spalliera

In cantina Vinificazione: Vinificazione in rosso tradizionale con utilizzo di lieviti selezionati e attento controllo delle temperature di fermentazione

Caratteristiche organolettiche: Colore: rosso carico con riflessi granato Al naso: ciliegia matura, prugna, vaniglia Al palato: vino di corpo, dai tannini morbidi e dall'equilibrata acidità Abbinamenti gastronomici: Cacciagione e carni rosse

La mia degustazione...

La morbidezza, la sinuosita' la bevibilita', fanno di questo vino un amico prezioso per serate in compagnia o da soli, anche da meditazione , assolutamente da provare. Un Valpolicella che non ha niente da invidiare ad un giovane amarone, bevuto e ribevuto, il risultato è sempre lo stesso