il Bruciato

La cantina:

La degustazione:

Abbinamento

I'm a paragraph. Click here to add your own text and edit me. Let your users get to know you.

Il vino:

il Bruciato

La cantina:

La degustazione:

Abbinamento

I'm a paragraph. Click here to add your own text and edit me. Let your users get to know you.

Il vino:

Montepulciano d'Abruzzo Riserva 2013

 

La cantina: Da più di centoventi anni la tradizione dei Vini Illuminati continua nel tempo. E nel tempo cresce la capacità di innovazione e ricerca, senza perdere la caratteristica essenziale dei prodotti artigianali: un vino genuino, trasparente, che rispecchia il suo territorio. La sapienza dell'arte vinicola si fonde con l'impegno verso sperimentazioni di volta in volta migliori, che non tradiscono mai l'eccellenza.
La cantina dispone di tecnologie all'avanguardia, in particolare per la vinificazione. Le tre grotte interne sono completamente termocondizionate e sono utilizzate per la spumantizzazione con metodo classico, per l'invecchiamento in botti di rovere di Slavonia e barriques, per l'affinamento in bottiglia secondo un periodo variabile da 12 a 18 mesi.
La ricerca è una costante, con esperimenti fatti sia in cantina che nei vigneti, per avere un prodotto di maggiore qualità e finezza, che abbia personalità e tipicità.er avere un vino di qualità si deve partire da un vigneto che produca uve di ottimo livello: per questo si investe soprattutto in terreni ad alto potenziale vitivinicolo e si impiegano accorgimenti tecnici, fondamentali per avere risultati eccellenti. Si inizia con l'analisi del terreno fino alla disposizione dei filari, affinché possano ricevere la luce migliore durante il giorno.

Ottenuta l'uva di qualità occorre poi la tecnologia e la sperimentazione in cantina, per estrapolare tutto ciò che il grappolo e l'acino offrono. Metodo di fermentazione, temperature, vinificazioni moderne, botti di diverse tipologie di rovere con dimensioni diverse, barriques, periodo di invecchiamento, affinamento in bottiglia. Tutto viene studiato migliorato.

Un esempio è la vinificazione delle uve bianche: da diversi anni viene applicata una macerazione pellicolare a bassa temperatura (8-10 °C) che garantisce una gestione del processo prefermentativo di criomacerazione. Le vinacce restano in macerazione in ambiente freddo e saturo di azoto, che consente di ottenere una estrazione aromatica tipica del vitigno utilizzato, esaltando le caratteristiche sensoriali e organolettiche.
Per i vini rossi la sperimentazione nella viticoltura è impostata sull'ottenimento di uva con maggiore potenza, corpo e concentrazione, che abbia anche tannini dolci, morbidi vellutati. Dal punto di vista enologico, nella sperimentazione si applicano fermentazioni a temperature diverse o malolattiche, pressature soffici e poco traumatiche per le uve, maturazione in botte e affinamento in bottiglia per ottenere vini di pregio.

i vigneti: Una distesa di filari che si perdono a vista d'occhio nel territorio di Controguerra, in provincia di Teramo. Una terra soleggiante che guarda l'azzurro del mare Adriatico e la maestosa presenza del Gran Sasso. Posta a 320 metri sul livello del mare ,possiede caratteristiche naturali che rendono le uve coltivate un vero tesoro di profumi e di sapori. Anche la storia ne tiene memoria, con il passaggio di Annibale dopo la battaglia sul Trasimeno: il fiero combattente scoprì a Controguerra un luogo di ristoro per sé e le sue truppe, che dal vino locale ritrovarono vigore e forza.
La produzione dei Vini Illuminati si appoggia ad una superficie vitata di oltre 130 ettari, tutti appartenenti alle zone della Controguerra DOC e della DOCG Montepulciano d'Abruzzo Colline Teramane. Vigneti dalle uve speciali che generano vini di rara qualità, ottenuti grazie alla dedizione e all'impegno di mani sapienti che curano questa terra ricca e conoscono l'arte della vinificazione.

Mi presento:

Provenienza: Sulle colline alla destra del fiume Tronto che scendono in Adriatico, a quota 287 metri s.l.m. nel comune di Controguerra, in clima dolcissimo e fresca ventilazione, si estende il vigneto Zanna, da cui il vino omonimo.
 

Composizione del sottosuolo: Su terreno scarsamente poroso, di origine marnosa e contenuti argillosi determinanti, sopravvive l'antichissimo vitigno a frutto rosso.
 

Uvaggio: Montepulciano 100%.
 

Caratteristiche degli impianti: Il vigneto Zanna è stato uno dei primi vigneti ad essere stato impiantato in Azienda ed il sistema di allevamento è a tendone con circa 1.100 ceppi per ettaro. Attualmente abbiamo realizzato nuovi impianti a controspalliera con 5.000 ceppi per ettaro.
 

Epoca di raccolta e vinificazione: Il vigneto Zanna è uno degli ultimi ad essere raccolto, dopo un forte diradamento ed una meticolosa selezione delle uve; viene prodotto soltanto nelle annate migliori. Le uve vengono diraspate, pigiate e poste a fermentare in vinificatori di acciaio inox ad una temperatura non superiore ai 30°C. Completata la fermentazione malolattica il vino viene travasato nelle botti di rovere di Slavonia da 25 hl circa dove rimane 24-26 mesi.
 

Degustazione: Colore: rosso rubino intenso, col passare degli anni tende al granato. Profumo: di mora, ricorda frutti e fiori appassiti con tendenza all'etereo. Gusto: è un vino di grande stoffa, tannini morbidi, si esprime vellutato e forbito per incontri esaltanti con salse molto importanti.

 

Abbinamento: Si esalta con carni rosse, selvaggina, tartufo, formaggi maturi, gorgonzola.
 

Dati analitici: Alcol 14,50 % vol Acidità totale 5,50 g/l

 

Fonte https://www.neravini.com/