Cenni climatici e geografiche:

  • Dominato dal mare straordinariamente mite paragonabile al golfo di Napoli

  • Clima Mediterraneo, secco temperato e ventoso adatto all'appassimento

  • Territorio sconnesso e sassoso

  • Non vi sono zone pianeggianti: Alpi a ponente Appennini a Levante

  • Non ci sono fiumi, ma torrenti quasi sempre asciutti in estate

Principali vitigni bacca nera:

  • Ormeasco (Dolcetto)

  • Rossese

  • Cilegiolo

  • Vermentino nero

Principali vitigni bacca bianca:

  • Pigato (=vermentino=Favorita)

  • Albarola

  • Bosco

  • Bianchetta Genovese

  • Scimiscia

Il Cinque Terre Sciacchetrà:

é un vino DOC la cui produzione è consentita in alcuni comuni della provincia della Spezia.

Si tratta di un vino passito prodotto nelle Cinque Terre da uve che provengono dai celebri terrazzamenti. Oltre a vantare una storia millenaria e ad essere conosciuto e apprezzato in tutto il mondo, ha ottenuto la Denominazione di Origine Controllata, inoltre negli ultimi anni è stato riconosciuto come presidio Slow Food.

Il termine "Sciacchetrà" (o Sciachetrà), con cui è commercializzato e ormai ovunque conosciuto, è attestato soltanto verso la fine dell'Ottocento. Pare che uno dei primi a utilizzarlo sia stato il pittore macchiaiolo Telemaco Signorini, il quale, nel suo scritto di memorie Riomaggiore, ricordando le tante estati trascorse nel borgo delle Cinque Terre, afferma che «in settembre, dopo la vendemmia, si stendono le migliori uve al sole per ottenere lo sciaccatras».

Etimologia: il vocabolo deriva dal verbo «sciacàa» (schiacciare), utilizzato per indicare l'operazione di pigiatura dell'uva.